AC Sistemi 2016-2019 Contenuti e design by Alberti Cristian

  • Facebook Social Icon
  • Google+ Social Icon

Sostenibilità e innovazione come scelta di vita.

 

"Non ereditiamo la terra dai nostri padri, la prendiamo in prestito dai nostri figli..."

questo rispose il capo indiano Seattle ad una offerta di acquisto di terra da parte del grande capo di Washington (Douglas) nel 1854 in un'assemblea tribale.

Su queste semplici parole si basa il concetto di SOSTENIBILITA' che deve coinvolgere ogni progetto al fine di alleggerire l'impronta delle nostre scelte sulle generazioni future. 

Efficienza energetica al fine di rispettare l'impegno alla riduzione di emissioni dannose per il nostro sistema, energia rinnovabile e indipendenza energetica in sistemi "messi a punto" e non semplicemente installati.

Recupero dell'esistente e gestione intelligente delle risorse per massimizzare i risultati tramite logiche efficaci.

Questo è l'obiettivo da ricercare accantonando le logiche dell'usa e getta e puntando sulla riprogettazione delle logiche di gestione in una dimensione dove tutte le soluzioni sono standard per dei sistemi che, per il semplice fatto di essere destinati a persone diverse, debbono essere personalizzati.

Schermata trend storico temperature

Metodo di lavoro

Accordi preliminari e preventivo

Viene prodotto un file grafico dove sono riportate la tipologia dei frutti, le altezze ed eventuali note. A fianco una legenda rende piu chiara l'interpretazione dell'elaborato in modo che la committenza possa rendersi conto dell'aspetto finale delle installazioni.

Viene realizzato il progetto della quadristica in modo da rendere noti ingombri e definire i posizionamenti ottimali degli alloggiamenti.
Sul cartiglio sono presenti tipologie e caratteristiche di intervento di ogni singolo interruttore/attuatore.

Il preventivo è strutturato con la massima trasparenza al fine di evitare incomprensioni e lasciare piena libertà al cliente di personalizzare il proprio impianto conoscendo subito l'impatto economico delle scelte fatte. 
Per ogni ambiente viene infatti specificato la tipologia e la quantità previste oltre al prezzo unitario e complessivo delle voci.

Solo a preventivo accettato dal cliente si procede con la lavorazione successiva, il preventivo sarà vincolante in termini di prezzi e quantità, ogni modifica in corso d'opera verrà proposta e quantificata alla committenza e solo dopo l'acce4ttazione del preventivo verrà incorporata come modifica.

Condotte cavi e incassi

Le vie cavo sono posate con attenzione e in quantità maggiore rispetto all'impianto tradizionale, le correnti deboli sono separate da quelle forti per garantire la massima efficienza delle linee dati. I comandi sono tutti in bassa tensione e i carichi sono tutti portati a quadro principale o quadro di campo.

Gli incassi non cambiano molto rispetto all'impianto tradizionale ma è preferibile l'utilizzo di scatole a 6 moduli per garantire maggior espandibilità dell'impianto, i quadri posati debbono essere più capienti per poter ospitare i vari moduli domotici. Laddove gli impianti siano articolati si prevede l'utilizzo di più quadri di zona per semplificare il cablaggio e ottimizzare le materie prime.

Infilaggio e cablaggio conduttori

Nell'impianto domotico tutto quello che riguarda il "comando" si intende "INGRESSO" e questo termine racchiude tutte le grandezze in campo che comunicano un evento da processare e che influenzeranno programmaticamente delle azioni ( carichi, luci, aperture...).
La maggior parte di questi eventi è sotto forma di contatti che si chiudono o si aprono (similmente all'impianto tradizionale) e il loro collegamento è fatto tramite cavi multifilari la cui funzione viene riportata in una tabella per facilitare poi il cablaggio e la programmazione.

Il CABLAGGIO è la fase meccanica terminale che permetterà all'impianto di funzionare correttamente e  dove tutti i cavi vengono ordinati ed alloggiati.
Questa operazione richiede molta attenzione in quanto la quadristica potrebbe essere piuttosto articolata ed occorre conoscere provenienza, destinazione e funzione di ogni singolo conduttore.
L'ordine poi nei collegamenti garantisce una più agevole "lettura" dell'impianto anche per future manutenzioni o ampliamenti.
Ogni interruttore o azionatore è identificato tramite targhetta così come sono segnati i circuiti

Programmazione e avviamento

Una volta rientrati dal cantiere si prepara tutta la parte di programmazione partendo nell'analisi degli ingressi e delle uscite per ottimizzare la logica di impianto.
Si cerca sempre di prestare attenzione alla LOGICA DISTRIBUITA che è quella forma di logica primordiale che risiede nei moduli e che consente ad essi di funzionare localmente in autonomia ristretta qualora il segnale bus non sia disponibile.
In questa sezione vengono riportati :
- indirizzo fisico o virtuale su PLC
- descrizione comando
- sintassi ingresso per programma LADDER
- eventuali funzioni dell'evento (bipression, 2ck)

La programmazione sfrutta il linguaggio LADDER ovvero un interfaccia grafica che richiama la circuitistica elettrica e rappresenta lo standard di programmazione dei plc industriali.
Questo metodo consente di programmare in modo chiaro e comprensibile facilitando operazioni di manutenzione e aggiornamento di programmi.
Il programma a bordo PLC è scansionato con tempi nell'ordine dei 100ms garantendo ottima efficienza e rapida risposta degli apparati in campo.
A supporto di questo programma poi ci possono essere altre logiche di processo che condividono con il plc solo i comandi di attuazione, è questo il caso di centrali di CONTROLLO ACCESSI, sistemi di  SUPERVISIONE, master di controllo luci DMX o DALI... consentendo di aumentare le prestazioni del sistema senza stressare la cpu principale.

Supervisione e controllo remoto

Touch panel e display a cristalli liquidi sono solo alcune delle "Human Interface" disponibili.
La remotizzazione dell'impianto su telefono sfruttando la rete internet o intranet è possibile sia tramite l'utilizzo di web server che con lo sfruttamento della connessione VNC a bordo dei pannelli operatore.
I pannelli operatore sono poi in grado di archiviare i dati su SD card in modo da ottemperare alle necessità di monitoraggio dei sistemi controllati (controllo rendimenti, consumi, efficienza).
La loro programmazione è fatta interamente da AC SISTEMI che cura l'aspetto grafico e tecnico di tutte le proprie realizzazioni garantendo efficacia di intervento e perfetta conoscenza di ogni parte del sistema installato.

Le interfacce grafiche possono provenire da varie tecnologie, HMI (scada industriali), file eseguibili su pc (Visual Basic, Dot Net, Bac Net), servizi di rete (server php, html...), applicazioni smart phone.
E' inoltre possibile interfacciare gli impianti con il CONTROLLO VOCALE in modo da attivare l'impianto con una serie di frasi memorizzate a sistema utilizzando APP dedicate ai dispositivi utilizzati.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now