AC Sistemi 2016-2019 Contenuti e design by Alberti Cristian

  • Facebook Social Icon
  • Google+ Social Icon

LA DOMOTICA 

Domotica è un termine dalle origini francesi ancora sconosciuto ai più e che indica la relazione tra casa (domus) e automazione (automatique).

Automazione è però limitativo come concetto rispetto a quello che realmente la domotica permette di fare; l'integrazione dei vari sistemi che popolano le nostre abitazioni può garantire ottimi risultati sia in termini di risparmio energetico che di comfort abitativo.

Ogni giorno facciamo una serie di operazioni il più delle volte identiche per poter interagire con i vari sistemi domestici (accendo e spengo luci, alzo e abbasso tapparelle, apro e chiudo porte, accendo e spendo climatizzatore ecc...) e spesso per dimenticanze dovute alla frenesia dei tempi moderni o semplicemente per cattive abitudini ci dimentichiamo di spegnere ciò che abbiamo acceso generando sprechi e disagi.

Ecco dunque che abbiamo la DOMOTICA che ci viene in aiuto offrendoci soluzioni in grado di gestire gli eventi analizzando  2 condizioni di base, INGRESSI e USCITE.

Inutile dire che sono molteplici i sistemi nati, soprattutto negli ultimi anni, e molto spesso sono soluzioni proprietarie basate su cpu a basso costo a bordo delle quali vengono sviluppate e processate le funzioni logiche dell'impianto tramite menu configurabili. Questi sistemi in genere sono chiusi oppure dalle risorse limitate e danno molti vincoli sulla espandibilità impiantistica.

Esistono poi soluzioni promosse da grandi gruppi ( es MY Home della Bticino) che favoriscono gli installatori essendo di facile comprensione ma hanno grossi limiti di espandibilità e prestazioni mediocri su impianti complessi.

Altra soluzione in rapida diffusione è il KNX che ha come punto di forza il numero di produttori partners ( oltre 2000 nel 2014 )  e che pur offrendo buone prestazioni risente della pesantezza del protocollo e della complessità nel bilanciamento delle linee bus su impianti estesi.

PLC DOMOTICO

La soluzione scelta da AC SISTEMI è il PLC domotico.

Questa tecnologia è di fatto una personalizzazione dei PLC industriali che da diversi decenni provvedono all'organizzazione dei macchinari per la produzione industriale. Per loro natura quindi necessitano di avere strutture Hardware e Software solide e prestazionali in quanto da essi dipendono le rese produttive, applicando questi principi a CPU dedicate all'uso civile si ottengono sistemi prestazionali ed affidabili.

La programmazione avviene tramite standard internazionale e linguaggio LADDER, la comunicazione dati è gestita su porta fisica RS485 su protocollo ipermassiccio MODBUS Rtu.

La CPU centrale provvede all'esecuzione delle righe di comando e si avvale di MASTER intelligenti per smistare il carico di lavoro lasciando la linea BUS snella e veloce anche in presenza di traffico dati importante dovuto a controllo accessi o termoregolazioni avanzate.

La possibilità di espansione e affaccio ad altre tecnologie è consentita tramite dei GATEWAY che provvedono alla riorganizzazione dei pacchetti muovendo solo i dati necessari alle elaborazioni.

Scelta senza compromessi e che richiede continui aggiornamenti e investimenti nello sviluppo ma che garantisce flessibilità e prestazioni senza confronto.

La Domotica per AC Sistemi

Cosa è la domotica e come si integra nel concetto di "casa"

Per AC Sistemi la domotica non deve essere invadente e deve essere funzionale non allegorica. Per la corretta gestione dei vari sistemi non è necessario puntare su interfacce complesse e costose spesso piu utili a game players che a utenti consapevoli, ogni esigenza va soddisfatta con quello che serve, ogni eccesso costa sia in termini di spesa iniziale che di mantenimento.

Con questo spirito siamo in grado di offrire le soluzioni migliori al giusto prezzo, mantenendo la piattaforma di base versatile che possa ospitare tutte le implementazioni future offrendo soluzioni adatte da trilocali a ville, uffici o complessi residenziali.

Le funzioni principali di un impianto domotico

SCENARI

Il primo concetto legato all'ambiente domotico sono gli "scenari". Per scenari si intende una serie di condizioni programmate che si concretizzino al verificarsi di uno o più eventi prestabiliti. Possono essere considerati scenari lo spegnimento generale delle luci di un piano, l'abbassamento generale delle tapparelle di una determinata area, la gestione temporizzata di illuminazioni ecc...

Gli esempi sopracitati sono scenari semplici ma il livello di automazione attuale permette di creare logiche molto più complesse e utili al comfort abitativo, vediamone alcuni:

  • INGRESSO/USCITA sono delle automazioni che predispongono il sistema alla condizione di presenza o assenza nell'edificio interagendo con illuminazione, termoregolazione, anti intrusione, tapparelle, varchi ecc..., risulta semplicissimo, per esempio, uscire di casa e tramite la pressione di un tasto prestabilito spegnere tutte le luci della casa mantenendo attivo un percorso di luci di cortesia per un tempo preimpostato, impostare la termoregolazione in economy, disattivare le prese tv, staccare la valvola gas, inserire l'antifurto con un ritardo programmabile, aprire box e cancello carraio; il tutto con un solo gesto

  • gestione dei CARICHI elettrici permettono di impostare delle funzioni di sgancio programmato dei carichi in funzione della potenza disponibile. Con delle logiche articolate si possono tenere in considerazione immissioni da fonti rinnovabili (per esempio) che aggiornino la potenza utile disponibile e permettano il reale sfruttamento dell'energia disponibile senza sganci indesiderati del contatore di erogazione

  • TERMOREGOLAZIONE intelligente che permette di parametrizzare il set point di funzionamento alla condizione di presenza o assenza nell'edificio e di applicare le norme sull'efficienza energetica legate allo stato dei serramenti. L'utilizzo di controllori in grado di stabilire l'ENTALPIA interna ed esterna e la qualità dell'aria permettono di applicare le logiche del FREE-COOLING fondamentali negli edifici passivi o in classe energetica elevata

  • CONTROLLO ACCESSI garantisce la sicurezza dell'edificio permettendo di stabilire logiche di accesso complesse che consentono agli utenti di entrare solo in determinate ore, giorni e per un determinato tempo. Con la tecnologia RFID a 4 miliardi di combinazioni su 3 livelli di codici si ha la massima sicurezza nel controllo attivo implementato da tastiere numeriche, lettori impronta e diverse altre soluzioni. Così facendo si inibisce agli estranei di accedere all'impianto anti intrusione che lavorerà integrato nella logica domotica

  • CONTROLLO REMOTO che permette di interagire via intranet o internet con l'impianto. Le soluzioni sono molteplici e dipendono dal livello di supervisione desiderato dall'utente, per abitazioni la soluzione consigliata è l'utilizzo di un pannello operatore grafico che oltre a fornire l'interfaccia grafica locale, permette un collegamento remoto garantito da applicazioni gratuite disponibili per qualsiasi dispositivo. Per esigenze diverse si possono utilizzare pc-embhedded che tramite software residenti gestiscono credenziali e connessioni

  • SUPERVISIONE dell'impianto che permette di controllare lo stato del sistema intervenendo da remoto alla modifica dello stesso. Questa prestazione è assicurata da pannelli HMI di derivazione industriale o da PC dedicati

  • gestione OSCURANTI con la quale si può ottimizzare l'efficienza energetica dell'edificio favorendo o sfavorendo gli irraggiamenti in base all'incidenza della luce solare evitando correzioni termiche degli impianti

  • gestione LUMINOSA che tramite il controllo della luminosità lavora su dimmer e spegnimenti oppure apre e chiude oscuranti

  • TREND STORICO e registrazione dati su file giornalieri che immagazzinano campionamento di temperature, set point, tempi di lavoro, ecc... indispensabili per la messa in efficienza degli impianti (richiesta per normativa EN15232)

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now